Ortodonzia fissa e bracket

"Dottore, ma chi fabbrica i brackets per gli apparecchi fissi? quanti tipi ne esistono e tutti possono essere usati per lo stesso “lavoro”?"


Non tutti i brackets sono uguali, anzi! Anche se alcune differenze non sono visibili ad un occhio poco esperto, ogni singola tipologia di brackets corrisponde ad un utilizzo ben preciso, e ad un apparecchio ortodontico dalle funzionalità determinate.


I bracket degli apparecchi ortodontici fissi sono fabbricati da numerose aziende nazionali ed internazionali, impegnate nella ricerca e nello sviluppo di materiale odontoiatrico in generale e ortodontico in particolare.


Esistono numerosissimi tipi di bracket, e ogni azienda ne produce infatti svariate tipologie. Essi differiscono tra loro per:

– Materiale impiegato: solitamente leghe metalliche, ma sono disponibili anche versioni prive di nickel per chi fosse allergico a tale componente, e attacchi estetici in ceramica, fibra di vetro, materiale plastico

– Dimensione generale dell’attacco

– Forma della base

– Numero delle alette

– Dimensione dell’alloggiamento per il filo e informazioni che trasmettono al dente: queste caratteristiche sono particolarmente importanti, perché differiscono anche di molto nelle singole tecniche ortodontiche

– Tipologia di chiusura dell’attacco: con sportellino o legatura elastica/metallica.



In conclusione i bracket non sono tutti uguali, ma hanno peculiarità specifiche e l’ortodontista sceglie di volta in volta l’attacco in base alle malocclusione del paziente e secondo la tecnica ortodontica più appropriata al trattamento del singolo caso.